Giorno 82 – Sorprese belle o sorprese brutte?

  Domenica di sorprese, indescrivibile dire se le sorprese sono state belle o brutte ma comunque sono state sorprese. Inizia tutto alle 11.00, quando mi reco all’appuntamento con Caterina e il DrG in Common Room per la colazione gratis della domenica, e la colazione gratis della domenica è annullata. Motivo: non c’è più nessuno nella Fisher Hall e non ha … Continua a leggere

Giorno 81 – L’era glaciale

  Sabato 18 Dicembre 2010, un giorno che anche i telegiornali hanno ricordato. Si registrano le temperature più basse a Londra degli ultimi 100 anni (la notizia è del TgLA7, andrebbe verificata). Nonostante ieri sera a Trafalgar non piovesse, stanotte ha nevicato, e stamattina ancora nevica. Appena mi alzo il BuonAlbert è con la testa in su, la bocca a … Continua a leggere

Giorno 80 – La mia prima lasagna

  Venerdì di saluti, perché oggi è ufficialmente l’ultimo giorno insieme. Non che qualcuno non se ne sia già andato, Maria per esempio è partita ieri e non ho avuto neanche l’occasione di salutarla. Diciamo che è l’occasione per salutarci dentro la nostra Hall, io, il DrG, Damien, Caterina e Lorenzo. La mattina la passo sul Coursework di Vinter a … Continua a leggere

Giorno 79 – Greenwich

Dopo la giornata senza pause di ieri, uno meriterebbe un giovedì di riposo, ma dato che ero andato a letto abbastanza presto (neanche l’una), per le 10.00 sono sveglio e pimpante e posso lasciare la camera alla signora delle pulizie (che entra con il suo unico God’monin). Mentre mi pulisce la camera me ne sto con Hoon in cucina a … Continua a leggere

Giorno 78 – Cambridge

Tutto il rimurginare di ieri sera non ha fatto un gran bene all’alzataccia di questa mattina. Perché, in questo Mercoledì 15 Dicembre 2010, quando la sveglia è suonata alle 7.00 mi ero addormentato neanche 4 ore e mezza prima. Però sono in Inghilterra per un periodo medio-lungo, e voglio girare un po’, a me piace tanto girare, anche l’estate, sebbene … Continua a leggere

Giorno 77 – Mumble … mumble

Martedi’ dedicato alla riflessione. Perche’ se l’Erasmus e’ rappresentato dalla giornata di ieri di studio, club universitario e festa/degenero, l’Erasmus e’ anche esperienza di riflessione, e percio’ capitano quei giorni dove il cervello pensa e ripensa, dove i buccilliani criceti girano e girano (sto ridotto proprio male per citare Buccilli lo so Ghiraccio). Tutto inizia cosi’ la mattina, se cosi’ … Continua a leggere

Giorno 76 – Dal sacro al profano

Lunedì da leoni (già immagino qualcuno che penserà e martedì da co……, che anche se volgare, non è poi così lontano dalla verità)! La giornata di oggi inizia di buon’ora. Alle 10.00 mi vedo all’università con Eric, un mio compagno di corso, per studiare Identificazione. E con la carica giuntami dalla conoscenza dell’esistenza di una possibile soluzione, faccio passi in … Continua a leggere