Giorno 233 – Sogni di lusso

ferrari.JPG
Buongiorno mondo. Buongiorno a questo mercoledì. Due giorni all’esame di Estimation and Fault Detection, ed una preparazione che fa pena. Me ne vado in biblioteca, sperando nella solita rivelazione che si verifica passando ore sulle materie. Oggi sono io che trovo già lì il DrG. Comincio, siamo a tre tavolini di distanza. Esame del 2008, speriamo di non metterci ore pure a questo. Arrivo a pranzo che ho fatto fino all’esercizio cinque, anche se l’esercizio tre non è stampato, una specie di sconto sulla pena. C’è la soluzione ma non il testo. Amen, uno di meno.

Pranziamo nella solita JCR, oggi non c’è l’allarme antincendio a interromperci, e posso gustarmi il mio panino con i gamberetti senza problemi. Dopo pranzo biblioteca ancora. Finisco il 2008, mancava un solo esercizio, e comincio il 2009, che già avevo fatto in Italia. Ore di conti e cross-covariance, tra filtri di Kalman e formule di Neyman Pearson, che si interrompono alle 5.00 per la, ormai famosa, pausa muffin e caffè. Solo che oggi mi prendo solo un meraviglioso muffin senza il caffè, tanto contro Vinter non c’è droga leggera o pesante che regga.

Si torna verso le 6.00 (pausa lunghissima lo so, ma non ce la facciamo veramente più), a finire il 2009 e scappare a casa. Vado a fare un po’ di spesa da Waitrose, che ho la dispensa vuota, tornato in Hall mi preparo un piatto di spaghetti alla carbonara.

Finito di cenare, ancora la mia solita visita in cucina di Damien e del DrG. Dopo che loro hanno finito di cenare, il DrG se ne torna in camera. Damien deve prelevare, mi chiede se lo posso accompagnare. Ma certo, adoro prendere la fresca aria della sera londinese. E non è ironico, altro che Roma, l’aria di Londra è molto ma molto più respirabile, e le macchine che viaggiano di sera sono pochissime. Macchine, è proprio l’argomento della serata. Siamo ormai al nostro ottavo mese a Chelsea, e ancora riusciamo a stupirci delle vetture di lusso che abbiamo intorno. Mentre andiamo e torniamo dal bancomat Ferrari, Maserati, Lamborghini, Hammer, sono parcheggiate ai bordi delle strade. In fondo è così da mesi, ma gli occhi ce li rifacciamo ogni volta che usciamo. Chissà se un giorno …

Tornati in Hall, invece di sognare macchine vado a sognare veramente, è abbastanza tardi e domani mi aspetta un’altra giornata di studio, l’ultima prima di questa settima battaglia. Alla prossima. MrAl

Giorno 233 – Sogni di lussoultima modifica: 2011-05-18T17:14:00+02:00da signoral
Reposta per primo quest’articolo